Home Page

banner testata5

Menu

La Bacheca della Pro Loco Magenta

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Archives
    Archives Contains a list of blog posts that were created previously.

Rieccoci in Battaglia!

Posted by in News
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 5308
  • Print
  • Report this post

o meglio, alla rievocazione della Battaglia, per la 154esima volta. Celebrazione nel solco, oramai consolidato, delle ultime 19 rievocazioni: mattino corteo istituzionale che, pur con qualche leggera variante di percorso, porterà all'Ossario per la messa al campo, per concludersi poi in Casa Giacobbe. Pomeriggio rievocazione della battaglia con i gruppi storici che si muoveranno -sul campo, che anche per quest'anno sarà la piazza Liberazione- come operavano i reparti che essi così fedelmente rappresentano. Sarà la parte più attesa e coreografi ca che, pur se riproposta dalla Pro loco da diciannove anni, risulta ancora il momento di maggior richiamo per magentini e per forestieri. Alla sera, infi ne, il concerto della 'nostra' Fanfara dei bersaglieri concluderà la serata. Ma non le manifestazioni (iniziate, del resto, già dal 31 maggio con un concerto della Maxentia Big Band) che hanno un calendario ben più ampio, come illustrato nelle pagine interne, e che certo non possono non contemplare un concerto della Banda 4 giugno 1859, la 'banda nova'. È insomma una occasione (per Magenta, da molto tempo, una tra le più importanti) per sentirsi 'comunità'. E anche, consentitecelo, tra quelli più densi di signifi cato. "Magenta costruisce l'Europa" è stato il titolo che ha caratterizzato le celebrazioni (in più grande stile, come conviene alle ricorrenze a cifra tonda; e l'anno prossimo è il 155esimo anniversario e la 20esima rievocazione...) del centocinquantesimo. Ma non è uno slogan messo lì per farci belli, piuttosto per ricordare quanto sangue è costato e da quali patimenti è costellata la nostra storia patria. Storia che ha preso forma con l'unità della Nazione, si è consolidata nella Repubblica -come assai giustamente ha rammentato il Sindaco nelle brevi note di presentazione alle manifestazioni del 154esimo- e si proietta ora nell'Europa. Per spronarci tutti, col ricordo di quei sacrifi ci, di quelle contrapposizioni purtroppo cruente -come appunto fu la grande Battaglia di Magenta- a convenire fi nalmente che "...l'unione e l'amore rivelano ai popoli la via del signore..." come recita un passo -purtroppo mai cantato del nostro bell'inno nazionale- insomma che è ora di passare dall'Europa delle monete a quella dei popoli.